Uno degli aspetti che mi ha più colpito degli ultimi mesi è il continuo lamentarsi da parte dei publisher del calo dei rendimenti di adsense.
Nei forum del settore, infatti, si è discusso a lungo sulle possibili cause di questo calo del valore dei clic di adsense, ma il motivo è uno solo: la crisi economica.

Guadagno AdSense

Il Guadagno con Adsense è un Tema Molto Sentito fra i WebMaster

Se un’azienda che utilizza adwords decide di diminuire il suo budget per gli investimenti pubblicitari on line, diminuendo il valore massimo che è disposta a pagare ogni singolo clic, inevitabilmente i publisher che utilizzano adsense guadagneranno meno.
Ma come fare a rimediare? Come è possibile continuare a guadagnare con adsense in questo scenario?

Aumentare i rendimenti di Adsense

Qualcuno potrà dire di aspettare che la crisi sia alle spalle e , quando l’economia tornerà a correre, lo faranno anche gli annunci adsense.
Niente di più saggio, ma mentre si aspetta questo tanto atteso miglioramento possiamo sempre attuare qualche piccolo accorgimento per cercare di aumentare il valore medio dei singoli clic di adsense.

Ottimizzando il nostro blog, infatti, è possibile far si che vengano visualizzati solo gli annunci adsense più remunerativi, il chè significa che a parità di clic si guadagnerà di più.

Strategie per aumentare i guadagni adsense

Ci sono due cose che si possono fare per migliorare i rendimenti di adsense in maniera piuttosto semplice:

1) Diminuire il numero di blocchi di annunci

Molti blogger pensano che più blocchi adsense mettono più alti saranno i loro guadagni: purtroppo non è così semplice.

In molti casi, infatti, è opportuno monitorare ogni singolo blocco di annunci ed eventualmente eliminare quello che ottiene un ctr più basso.

Adsense fa si che si visualizzino prima gli annunci più remunerativi, così lasciando solo i blocchi che ottengono il maggior numero di clic dovrebbe aumentare anche il rendimento medio per singolo clic.

2) Migliorare i contenuti

Se i contenuti di un blog o di un sito web sono di bassa qualità si potrebbe finire con il visualizzare solo gli annunci con il rendimento più basso.

Migliorare la qualità dei propri contenuti, oltre ad essere ottimo dal punto di vista SEO e della fidelizzazione del lettore, può, quindi aiutare a rendere un blog o un sito più autorevole e a visualizzare gli annunci adsense con il rendimento più alto.

Conclusioni

Per guadagnare con un blog o un sito web è, oggi più che mai, indispensabile proporre contenuti di alta qualità utili agli utenti.
Il tutto cercando di ottimizzare gli spazi da dedicare alle inserzioni pubblicitarie che non devono in nessun modo infastidire il lettore ma, al contrario, devono essere intese come un approfondimento del contenuto stesso.

L’Autore

Stefano Schirru de ilmioguadagno, blog di approfondimento su come guadagnare on line con blog e siti web attraverso adsense e i programmi di affiliazione.

About The Author

Ideatore e Web Master di SeoPoint.org, si occupa di SEO dal 2007. E’ stato relatore a diversi eventi organizzati da GT Idea Srl. E’ moderatore nel Forum GT, la community di riferimento per i SEO in Italia. Studia Ingegneria Industriale presso l'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo. Sognatore, appassionato di corsa e outdoor e scout da sempre.

4 Responses

  1. PsYCHo

    Ciao,

    fortunatamente concorrono anche tante altre variabili a determinare il costo per ogni clik e quindi il guadagno del publisher.

    Sinceramente non penso che la qualità intrinseca di un contenuto contribuisca a visualizzare annunci più redditizi, se parlo di un argomento che su adsense rende poco per quanto sia buono il mio articolo gli annunci riguarderanno sempre quell'ambito e quindi saranno poco remunerativi.

    😉

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.