Domini ScadutiUna pratica abbastanza usata per assicurarsi qualche visita in più e ottimi links a tema da domini con una buona anzianità ed un buon trust, o semplicemente partire avvantaggiati dopo avere creato il sito, è quella di comprare ottimi domini appena scaduti.

Con il tempo questa pratica è sempre diventata più diffusa tanto da far aprire appositi siti sull’argomento e indurre addirittura molta gente a lavorare appositamente sul settore.

Lato Seo e WebMarketing è possibile fare sfruttare questa pratica essenzialmente in tre modi:

Redirect 301 dal dominio acquistato ad un nuovo dominio

E’ molto semplice, richiede poco tempo e una spesa praticamente nulla: basta acquistare il dominio ed effettuare un redirect 301 dal sito acquistato ad un nuovo sito con stesso tema, keywords utilizzate e con struttura simile. Ovviamente ha senso fare questo solo nel caso in cui questi tre requisiti vengano soddisfatti: comprare un dominio sul gioco d’azzardo per poi fare un redirect ad un sito di hotel non vi servirà a nulla.

Pro:

  • Richiede pochissimo tempo e denaro.
  • Rimanda il grosso del valore dei links del dominio comprato al vostro nuovo dominio.

Contro

  • I vecchi links potrebbero non essere molto utili per il tipo di anchor text o la tematicità.

Creare un piccolo sito che linka il vostro nuovo sito web

Richiede sicuramente un po’ più di tempo della prima opzione, però può portare maggiori risultati e può iniziare ad avere vita propria se tutto va bene, guadagnando nuovi links, aumentando il suo trust e fornendo al vostro sito principale un ottimo link a tema. Funziona ancora meglio se il dominio comprato è posizionato decentemente per le keywords d’interesse.

Pro:

  • Può servire a promuovere il vostro sito web.
  • Può aiutarvi ad occupare le Serp in modo più consistente.
  • E’ possibile fare esperimenti sul microsito che non potremmo fare su quello principale(esperimenti di marketing, viral marketing…)
  • E’ possibile creare un vero e proprio network di siti.

Contro:

  • Esagerare con questa tecnica può penalizzarvi.
  • Il sito principale non eredita il valore dei links che avrebbe ereditato tramite redirect 301.
  • I micrositi possono portare qualche visita ma non saranno mai autonomi.

Creare un sito sul dominio e farlo funzionare indipendentemente

E’ sicuramente l’opzione più costosa in termini di tempo e anche la più complessa, ma allo stesso tempo può essere molto, ma molto vantaggiosa. In questo modo è possibile sfruttare a pieno le caratteristiche del vecchio sito, perfezionandolo in base ai nostri scopi.

Pro:

  • Se è già posizionato nelle SERP partirete molto avvantaggiati rispetto ad un nuovo dominio.
  • Potrete sfruttare il brand sviluppato in precedenza per aumentare le conversioni o comunque partire già con un buon numero di visite giornaliere.

Contro:

  • E’ necessario creare nuovi contenuti, senza copiarli dal o nel nuovo sito.
  • Si spende molto, molto tempo.

La parola a voi

Voi cosa ne pensate? Avete esperienze in merito? Come si potrebbero usare questi domini?

Fonte: SeoMoz

7 Responses

  1. Petro

    Complimenti per il "coraggio" di affrontare questo tema!

    Personalmente uso uno, l'altro oppure un misto tra le tattiche proposte, anche se la seconda (quella del sito satellite) è quella che mi piace meno, dato che non è nè carne nè pesce.

    P.s. chi l'ha detto che si deve per forza creare nuovi contenuti? Esiste la Wayback Machine (http://web.archive.org) 😉

    Rispondi
  2. Petro

    Paolo, la liceità di copiare contenuti dei vecchi siti dipende, credo, da caso a caso.

    Nel 90% dei casi non ci sono problemi, ma per non sbagliare è meglio controllare ogni volta.

    Ciao 🙂

    Rispondi
  3. DeSantis Business

    Io credo che si possa fare, oramai contenuti di un sito che non esiste più cadono di proprietà credo, "se li butti"..

    E poi anche se fosse, controllando che non siano stati duplicati o spostati altrove, chi te li va a trovare.

    Ciao

    Lorenzo

    Rispondi
  4. Paolo Dello Vicario

    Effettivamente non credo che nessuno si lamenti perché abbiamo riutilizzato contenuti in disuso..

    Sai che vi dico: voglio provare a fare qualche test sui siti usando web archive!

    Rispondi
  5. Wix

    Beh, a mio avviso la prima opzione se ben utilizzata risulta sicuramente quella a maggior impatto e con il minor "costo". Effettuato il backorder dominio ci si deve ricordare però dei tempi stretti che abbiamo a disposizione. Agire prima di una ripulita delle serp è fondamentale per il corretto "funzionamento" del dominio recuperato con il backorder.

    Rispondi
  6. Quadrrato

    Salve,
    oltre al sito suggerito nel post, conoscete altri sito dove vengono "suggeriti" siti in scadenza, o almeno evitare di "whois-sare" tutti i possibili siti in scadenza?
    Attendo qualche suggerimento…
    Grazie, Quadrrato

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.