Ognuno sa l’importanza di posizionare un sito sulla prima pagina di Google, questo per ottenere maggiori visite. Più un sito è popolare e visitato, più è autorevole, e viceversa: per questo ognuno cerca di migliorare sempre la posizione sui motori di ricerca. 

Moltissime persone vorrebbero conoscere i migliori consigli per apparire sulla prima pagina di Google: ma come fare? 

Ovviamente non si può pensare di arrivare ad una posizione migliore gratis o senza duro lavoro. In particolare, per cercare di migliorare la posizione del sito è necessario affidarsi ad un esperto SEO e cercare di seguire tutti i trucchi necessari per mettere il proprio sito in una posizione migliore sui motori di ricerca. 

Ma ciò non basta: per essere i primi, è anche necessario cercare di evitare qualche errore banale e che potrebbe costarci la posizione su Google, come vedremo nell’ultima parte dell’articolo. 

 

Come andare in prima pagina di Google 

 

Quella di far comprare un sito nella prima pagina di Google è il desiderio di ogni webmaster: alla posizione più alta nella SERP corrisponde un maggior numero di visite, soprattutto se si tiene conto del fatto che la maggior parte degli utenti si ferma alla prima pagina di ricerca di Google. 

Ecco perché apparire in prima pagina su Google è di fondamentale importanza ed è l’obbiettivo di chiunque faccia SEO e di ogni webmaster. 

Arrivare nelle prime posizioni dei motori di ricerca non è né gratuito né semplice, ci vuole tanto lavoro, e servono anche degli investimenti in denaro per affidare il proprio sito a dei veri professionisti. 

Il primo strumento che torna utile per ottimizzare il posizionamento e arrivare nella prima pagina di Google è il SEO. 

L’attività SEO consiste in tutti quegli accorgimenti pensati per ottimizzare la posizione di un sito e che sono volti a spiegare come uscire nelle prime posizioni dei motori di ricerca. 

Primo passo per usare al meglio la SEO e stare nella prima pagina è cercare di usare le giuste keyword. 

Le parole chiave sono di fondamentale importanza, bisogna valutare sia il traffico che generano (infatti una parola chiave poco usata può garantire un migliore posizionamento), che la concorrenza presente per quelle determinate parole chiave. Per questo è sempre bene dotarsi di un esperto SEO quando si vuole essere i primi su Google. 

In secondo luogo, un esperto SEO penserebbe ad ottimizzare i Tag Title, vale a dire quel link in blu che si vede comparire nei motori di ricerca. Sfruttare al meglio i Tag Title, con le parole chiave in modo intelligente, significa usare una grande possibilità di posizionamento per arrivare alla prima pagina di Google. 

In secondo luogo, bisogna curare anche il titolo dell’articolo: questo perché la parola chiave deve avere la meglio anche nell’intitolazione del documento, se si vuole una maggiore visibilità. Gli esperti SEO sanno anche che bisogna ottimizzare al meglio il Tag Metadescription, usando un numero di caratteri fra 137 e 140 per comparire nella prima pagina. 

 

Come apparire sulla prima pagina di Google 

 

Uno dei migliori trucchi per il posizionamento del sito riguarda la formattazione dell’articolo e la sua qualità. 

Se si vuole sapere come essere i primi sui motori di ricerca, bisogna innanzitutto fare sì che il proprio sito sia di alta qualità. Google, quando deve stabilire il posizionamento con i suoi algoritmi, tiene anche conto di quanto i singoli utenti rimangono su un certo sito per stabilire quanto sia autorevole e quanto abbia contenuti di qualità. 

Per questo stesso motivo, possiamo consigliarvi di fare molta attenzione alla formulazione delle frasi, e ad evitare errori di sintassi o di grammatica. 

Infine, un’importanza fondamentale attiene anche alla formattazione del testo, se si vuole il proprio sito web in prima pagina su Google. 

Bisogna infatti usare i titoli in formato H2 ed i sottotitoli in formato H4, cercare di far sì che l’articolo sia scorrevole e ben leggibile e infine, ma non per ordine di importanza, affidare la redazione degli articoli ad un copywriter esperto. 

 

Sito in prima pagina Google: errori da non fare 

 

Se si vuole sapere come essere in prima pagina ma si vogliono evitare le penalizzazioni che Google riserva a chi non rispetta le regole, è meglio evitare qualche errore banale e sotterfugio. 

Non c’è niente di meglio di un posizionamento garantito senza errori e nulla di cui pentirsi. 

Attenzione quindi, se volete essere i primi, ad evitare errori banali come quelli di non ottimizzare le Url, o di creare dei metatag troppo lunghi, o peggio ancora di non crearli del tutto. 

Attenzione alla qualità dei contenuti: Google è sempre molto attento a che i contenuti siano di massima qualità per gli utenti e quindi è estremamente sensibile agli articoli o parti di articoli duplicati e copiati. Attenzione, quindi: se volete sapere come apparire fra i primi risultati, cercate di evitare questi sbagli. 

About The Author

Ideatore e Web Master di SeoPoint.org, si occupa di SEO dal 2007. E’ stato relatore a diversi eventi organizzati da GT Idea Srl. E’ moderatore nel Forum GT, la community di riferimento per i SEO in Italia. Studia Ingegneria Industriale presso l'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo. Sognatore, appassionato di corsa e outdoor e scout da sempre.

Leave a Reply

Your email address will not be published.