Query GoogleQuando si esegue una ricerca su Google, spesso vedete i “link sponsorizzati” in alto e a destra dei vostri risultati di ricerca. Gli inserzionisti possono fare offerte per avere i loro annunci visualizzati con i risultati di ricerca attraverso il programma Adwords di Google.

Quando un inserzionista ha un annuncio nel programma Adwords, tenta di scegliere le parole chiave per le quali i risultati appariranno accanto ai risultati di ricerca. La premessa alla base di questo approccio è che questo consente agli inserzionisti di targetizzare determinate parole chiave all’interno delle ricerche che risultano pertinenti a ciò che gli inserzionisti offrono, ovvero che gli annunci di ricerca visti saranno rilevanti per ciò che gli utenti stanno cercando.

Di solito, gli annunci verranno visualizzati in risposta ad una query corrente che un utente ha digitato nel motore di ricerca, ma se questo ha eseguito un certo numero di ricerche, Google a volte esamina la precedente query oltre che quella attuale per determinare quale annunci mostrare. Ad esempio, avete cercato la parola “golf” e avete ricevuto una serie di risultati di ricerca, insieme con alcuni link sponsorizzati. Se poi eseguite una ricerca per la parola “scarpe”, è possibile che gli annunci visualizzati (in passato) appaiano sulla pagina dei risultati di ricerca per “scarpe da golf”.

Google ha recentemente pubblicato una domanda di brevetto che descrive come si potrebbe utilizzare una query precedente per influenzare quali pubblicità mostrare durante una ricerca corrente.

Penso che la prima volta che ho visto accadere questo sia stato un paio di estati fa, ma non sto vedendo annunci che sembrano essere stati influenzati da più di una ricerca in questi ultimi giorni. O almeno non mi è successo finché non ho scritto questo post, e mi sono imbattuto in una più sottile variazione, descritta qui sotto.

Usare le ricerche precedenti degli utenti per targetizzare gli annunci

Inventato da Mayur DATAR e Roberto Bayardo J.
Assegnato a Google
Domanda di brevetto USA 20090006207
Pubblicato il 1 ° gennaio 2009
Archiviato 25 giugno 2008

Estratto

Sistema e metodo per targetizzare gli annunci delle ricerche di un utente usando le precedenti ricerche effettuate dall’utente e la ricerca corrente. La query di ricerca inserita in precedenza accompagna la ricerca corrente di un utente di riferimento, e può essere determinata separatamente dalla query di ricerca.

La rilevanza della query di ricerca è determinata in relazione alle query di ricerca in corso e se viene trovata una combinazione di due termini di ricerca pertinenti viene utilizzata per trovare un certo numero di parole chiave tra le quali può essere scelta pubblicità mirata da usare per l’utente assieme ai risultati di ricerca trovati. Il processo può essere esteso anche ad addizionali ricerche.

La domanda di brevetto scende ad una giusta quantità di dettagli su come si possa decidere se la query corrente e la query precedente possono essere collegate, e anche se non dovrebbero essere presentati annunci relativi ad entrambe le query.

Descrive inoltre come si potrebbe ampliare la ricerca corrente in corrispondenza con le parole chiave di potenziali pubblicità quando non vi è una precedente richiesta da parte dell’utente. In questo caso, si potrebbe guardare a “parole correlate”, oppure eseguire qualcosa di già noto come la “query di ampliamento”.

Parole Correlate

Gli annunci possono essere visualizzati con parole correlate ad una query e trovate con informazioni provenienti dal mining information attraverso strumenti per l’individuazione di termini collegati, dizionari dei sinonimi, e sistemi di apprendimento automatizzati.

Ad esempio le parole “automobili” e “auto” potrebbero essere considerate parole correlate al termine “automobile”. Se un utente digita in una ricerca i termini “auto Ford”, potrebbero essere usate per decidere quali annunci mostrare agli utenti nei risultati le parole chiave per l’equivalente query “automobile Ford ” e “automobili Ford”.

La domanda di brevetto ci dice che si potrebbe utilizzare la procedura descritta in precedenza in un altro deposito di brevetto Google per trovare questi termini correlati: Aumentare un numero di annunci rilevanti pubblicitari utilizzando una corrispondenza estesa.

Ampliamento della Query

Oltre alla ricerca delle parole chiave, e la sostituzione delle parole in una query di ricerca per trovare le parole chiave per indirizzare la pubblicità, potrebbe essere utilizzato il metodo dell’ampliamento della query.

Ad esempio il termine di ricerca “Disneyworld in Florida ” potrebbe essere considerata una ricerca correlata a “parchi tematici”, e se qualcuno cerca le parole “parchi tematici”, o lievi variazioni di questi termini, il sistema per la pubblicità potrebbe utilizzare la query correlata “Disneyworld in Florida” come una parola chiave per gli annunci pubblicitari.

Questo tipo di ampliamento della query è descritto in un’altra domanda di brevetto di Google: Identificare il contenuto di ricerca insufficiente.

Questi metodi delle “parole correlate” e dell'”ampliamento della query” raccolgono informazioni sulla relazione tra i termini della ricerca e tra le ricerche totali utilizzando sistemi come i file di log delle query di ricerca nei motori di ricerca, ed altre fonti di dati. Ma guardando alla ricerca corrente, e alla query precedente effettuata da un utente durante una sessione di ricerca potrebbero aggiungersi ulteriori contesti che riguardano ciò che qualcuno sta cercando.

Le tecniche per il targeting di annunci e/o la ricerca di parole chiave per targetizzare gli annunci basati su una ricerca precedente.

La domanda di brevetto descrive ulteriori tecniche che potrebbero essere usate separatamente, o insieme, per trovare parole chiave che potrebbero essere usate per targetizzare gli annunci mostrati per una ricerca quando si esegue una query corrente e una precedente query.

Sovrapposizione di Parole

Quando ci sono parole comuni alla precedente query e alla query corrente, potrebbe essere utile mantenere le parole in comune almeno in alcune delle query di ampliamento, e nel set di parole correlate.

Per esempio, qualcuno che cerchi “hotel a Manhattan” e poi cerchi “hotel economici.” Il termine “hotel” è una parola sovrapposta ad entrambe queste query, e potrebbe avere un senso includere la parola “hotel”, in almeno alcuni degli ampliamenti della query per determinare quali annunci mostrare all’utente.

Il sistema di pubblicità potrebbe mantenere la parola “hotel”, come una delle parole chiave da utilizzare per determinare quale annunci pubblicitari mostrare, dato che sembra essere importante per ciò che l’utente sta ricercando.

Sommatoria dei Termini di Ricerca

Possono essere aggiunte parole di una precedente query per uscire con annunci della query corrente.

Ho fatto seguire alle mie ricerche “hotel economici” ed “hotel a Manhattan” la ricerca “economico a Manhattan.” Ed ho ricevuto un link sponsorizzato per:

Hotel a Manhattan a partire da 80 $.
Trova alberghi a Manhattan a prezzi bassi.
Sconti incredibili. Prenota ora!

Sembra che Google abbia aggiunto: “alberghi” come parola chiave utilizzata per decidere quale annuncio mostrare accanto alla mia ricerca “economico a Manhattan “.

Conclusioni

Mentre stavo leggendo il deposito del brevetto, non ho potuto fare a meno di chiedermi se la sovrapposizione di parole e la sommatoria dei termini di query come processi potrebbero essere applicati anche ai risultati che vediamo per le normali ricerche, in aggiunta ad essere un metodo utilizzato per trovare annunci da mostrare agli utenti che effettuano ricerche.

Il brevetto depositato per l’ampliamento della query e l’individuazione di contenuti inadeguati nelle ricerche esamina come molti risultati di ricerca potrebbero essere ampliati nel corso di una ricerca sul web quando non ci sono abbastanza risultati per una ricerca.

Google potrebbe anche utilizzare le parole sovrapposte usate nella stessa sessione di ricerca per mostrare risultati che siano più rilevanti per quelle parole che appaiono in più di una query di uno stesso utente? O usare le parole per gli annunci di precedenti ricerche in una sessione di ricerca corrente, come accade per la sommatoria dei termini di ricerca, per determinare quali risultati di ricerca mostrare?

Sembra che sia qualcosa di possibile.

Ringraziamenti

Si ringraziano:

Sara Radicia, webmaster di Firefox Blog e traduttrice per la traduzione del testo.
SeobytheSea per la stesura originale dell’articolo in lingua inglese e per la collaborazione data.

Leave a Reply

Your email address will not be published.