Innanzitutto mi scuso per la cattiva forma dell’articolo; il motivo è che sto scrivendo dal convegno e più che un articolo questi sono degli appunti. Prometto che terminato il convegno mi impegnerò a risistemare il tutto per presentarlo in bella forma.

Giorgio Taverniti ha iniziato il symposium parlando dei progetti del forum GT:

La GT Directory: dove è possibile postare il proprio link aumentando la link popularity.

Wiki GT: aiuta a comprendere meglio i termini in uso nella SEO. Esso è integrato con il forum stesso in maniera che ogni parola presente viene evidenziata e linkata.

Area Avanzata: è un’area privata a pagamento dove è possibile trovare libri sulla seo e consultare le ultime News.

Ha parlato dell’aggiornamento del libro SEO pubblicato alcuni anni fa.

Il GT Master Club (attualmente in Beta): un club riservato a quelli che partecipano agli eventi GT. Che permette di gestire i vari eventi e visualizzare materiale informativo. Si potrà anche visualizzare i relatori e mandare un giudizio sui loro interventi.  All’inizio sarà gratuito ma in seguito avrà un costo ridotto (circa 7 € l’anno). Sperano di

Convegno GT (11 e 12 Dicembre): In questo convegno di due giorni moltissimi relatori parleranno di tutto ciò che è legato a internet e ai motori di ricerca. Ci saranno alcune novità verranno offerte delle salette a tema per approfondire eventi che più interessano, e sarà possibile, prima dell’inizio del convegno, avere accesso ai convegni degli anni precedenti così da arrivare preparati.

Corso Seo Online: Il corso SEO venuto a Giugno è ora disponibile online. Circa 33 ore di video in 23 lezioni. Sarà anche possibile visualizzare una lezione completa per vedere, e iudicare, il contenuto.

Fid€liux: grazie a questa idea sarà possibilie vendere alcuni oggetti legati agli eventi GT.

Questo anno saranno disponibili 11 eventi, di cui solo il convegno GT sarà a pagamento.

In seguito ha presentato Paolo Dello Vicario che ha parlato della sua esperienza di SEO.

Paolo ha raccontato di come ha iniziato aprendo un sito di Magic, un sito su forumfree. Da subito ha sentito la necessità di pubblicizzarlo e cercando online è arrivato al forum GT. Studiando su la guida di giorgio Taverniti e quella di … . Restando in contatta sul forum ha potuto tenersi aggiornato.

In seguito ha fatto il “grande passo” di comprare un dominio. In seguito ha partecipato al contest pagerank patacrak che non è andato bene ma gli ha dato la possibilità di dialogare con altri buoni SEO (15 Ottobre tra l’altro partirà un nuovo contest promossa dal forum GT).

In seguito ha cambiato il nome utente del Forum GT in Pdellov. Ha poi deciso di aprire SEO point. Piano piano ha frequentato sempre di più il forum ed è diventato moderatore. Se dovesse riguardare la sua formazione adesso prenderebbe in maggior considerazione i corsi che senza dubbio ripagano l’investimento. Infatti lo scambio faccia a faccia permette di apprendere maggiormente rispetto all’apprendimento online, cosa che comunque è necessario.

Il bello della SEO è che è un continuo miglioramento.

In fine Paolo a chiesto ha presenti di parlare delle loro esperienze.

Simone Rinzivillo ha raccontato che si è avvicinato al SEO partendo dagli aspetti tecnici in quanto si occupava di sviluppo. Poi, come Paolo, è partito da un sito e la necessità di popolarlo. Ha anche lui consigliato l’utilizzo di un forum. In seguito è entrato in una grande agenzia SEO italiana.

Giulio Gaudiano ha raccontato di come è arrivato alla SEO passando dai contenuti. È partito con la creazione di contenuti testi e avere un progetto editoriale, quindi studiando keys chiave da sfruttare. Attualmente ha aperto un blog in cui fa consulenza SEO. Master New Media ha subito una forte penalizzazione e ha imparato che nella seo non bisogna improvvisare ne’ cercare di “fregare” Google facendo contenuti rapportati all’algoritmo e non agli utenti. Ha approfondito la questione della penalizzazione. Di come un giorno ha visto la linea di Google Analytics è colata a picco. Un problema è stato quello dei Text Links che all’inizio avevano sfruttato per guadagnare, in seguito si sono accorti del fatto che fosse un modo di fregare Google e hanno cercato di toglierli ma non hanno fatto in tempo e sono stati colpiti dalla penalizzazione. Ha consigliato di fare manutenzione quotidiana dei siti, infatti non bisogna mai rimandare se si riscontrano dei problemi.

Quale è il precorso migliore per fare formazione? Bisogna essere indubbiamente curiosi e non bisogna mai accontentarsi. Questo è un settore in continuo movimento e bisogna stare ai passi. Ogni giorno c’è qualcosa che cambia (es. Penalizzazione) e bisogna essere pazienti.

C’è chi arriva dall’aspetto grafico, chi dall’aspetto tecnico e chi dall’aspetto umanistico. Le strade per diventare buoni SEO sono molte e molte sono anche quelle per ottimizzare il proprio sito.

È anche importante cercare di avere relazioni con altri SEO, quindi l’utilizzo dei forum. Nella SEO conviene sempre la condivisione, le singole esperienze contano relativamente poco ma se si condivide si può quasi fare quasi un sapere. Bisogna sempre cercare di mantenersi aggiornati.

About The Author

Si occupa della gestione di portali di medie dimensioni e sviluppa temi Wordpress, con un particolare occhio alla SEO. È stato relatore al Convegno GT 2010 con un intervento sull'influenza di Facebook sul ranking.

One Response

Leave a Reply

Your email address will not be published.