Nello scrivere un articolo per SeoPoint e nel progettare campagne SEO e di Web Marketing spesso uso un foglio di carta o un file txt per fare brainstorming prima di iniziare a lavorare: può sembrare banale ma fissare le idee su un foglio di carta può essere molto utile e, quei pochi minuti in più spesi nel brainstorming iniziale e nell’organizzazione delle idee e delle possibilità, vengono recuperati quasi sempre risparmiando tempo nella stesura dell’articolo o durante la campagna che stiamo organizzando.

Verso fine maggio ho avuto il piacere di intervistare Francesco Gavello che, durante l’intervista, ha segnalato 5 tools per bloggers, principalmente per Mac OS, il sistema operativo che usa; fra questi 5 tools era presente anche un software per creare Mind Maps che, appena mi è arrivato l’iMac, ho voluto scaricare: il risultato è che in poco più di due giorni sto riorganizzando campagne SEO, di Web Marketing e presentazioni in Power Point con questo programma e probabilmente inizierò a scrivere qualsiasi cosa con il supporto di questo software.

Ma Cosa Sono le Mind Maps?

Le Mind Maps, in italiano mappe mentali, non sono altro che rappresentazioni grafiche del pensiero spesso usate per raccogliere pensieri e per fare brainstorming; vengono usate in molti campi: a partire dagli appunti scolastici fino alla progettazione di articoli e alla raccolta di idee in gruppo per progetti più grandi.
Ecco un estratto da Wikipedia e uno screenshot di esempio:

Una mappa mentale è una forma di rappresentazione grafica del pensiero teorizzata dal cognitivista inglese Tony Buzan, a partire da alcune riflessioni sulle tecniche per prendere appunti.

Le mappe mentali (mind maps) non vanno confuse con altri tipi di mappe come le mappe concettuali e le solution map, dalle quali si differenziano sia per la strutturazione, sia per il modello realizzativo, sia per gli ambiti di utilizzo. […]

[…] La struttura portante di una mappa mentale è sempre gerarchica; le relazioni associative aiutano ad aumentarne l’espressività, evidenziando la presenza di legami trasversali mediante frecce. Essendo gerarchica, la mappa mentale ha necessariamente anche una geometria radiale: all’elemento centrale troviamo collegati degli elementi di primo livello, ciascuno dei quali può essere collegato con elementi di secondo livello e così via. In genere la disposizione grafica degli elementi è a raggiera, ma è possibile estendere queste considerazioni anche ad altre forme di connessione, come quella a spina di pesce oppure ad albero.

E lo screenshot creato per l’occasione:

Esempio di Mind Map creata con MindNode per Mac OS. Clicca per Ingrandire.

Esempio di Mind Map creata con MindNode per Mac OS. Clicca per Ingrandire.

Quando Usare le Mind Maps

Sicuramente non riuscirò ad elencare tutti i possibili usi delle mind maps per i bloggers, anche avendo usato una mind map per la stesura di questo articolo, però voglio darvi comunque qualche spunto sull’uso di queste mappe mentali digitalizzate: questi sono i metodi che mi sono venuti in mente fino ad ora e che ho intenzione di usare prima possibile.

  • Per gli Articoli – in questo articolo avrò parlato di questo uso praticamente in tutte le righe, però credo sia quello principale, almeno per quanto mi riguarda. Avere qualcosa di organizzato prima di andare a scrivere nel pannello di controllo di WordPress può essere molto utile e può far risparmiare molto tempo, oltre a far venire fuori articoli più completi e leggibili.
  • Per Ebooks e Libri – ho in progetto un ebook e un libro da far lavorare parallelamente da qualche tempo e, se il notepad di Windows mi era sembrato utilissimo le Mind Maps lo sono ancora di più! Le Mind Maps digitalizzate uniscono i vantaggi di modifica rapida del notepad a quelli di organizzazione visiva delle mappi mentali sui fogli di carta!
  • Per le Presentazioni – Anche se creo meno presentazioni in Power Point di quanto scriva su SeoPoint ho riscontrato che per questo utilizzo le Mind Maps sono eccezionali! Basta creare un ramo per slide ed il gioco è fatto: anche impiegando più giorni nella creazione delle slide i pensieri ed i lampi di genio iniziali resteranno impressi in un file, con la possibilità di essere modificati!
  • Per i Video – Solo per definire schematicamente il concetto del video, soprattutto per campagne di viral marketing, in modo da non perdere una singola idea per strada e rendere il video più appetibile che si può.
  • Per SEO & Web Marketing – Partendo da un foglio con i dettagli del sito o del prodotto da promuovere e gli obbiettivi fissati creare una Mind Map per segnare tutto ciò che c’è da fare può essere utilissimo e far risparmiare moltissimo tempo, ottimizando il lavoro senza usare costosi strumenti creati appositamente per ciò che si deve fare.

Software per Mind Mapping per Windows, Mac OS e Linux

Probabilmente un po’ di curiosità ora vi sarà venuta, quindi ecco alcuni software di Mind Mapping scaricabili gratuitamente con cui iniziare a lavorare da subito, presto anche nell’area download del sito.

Mindomo – Online
Applicazione di Mind Mapping online gratuita che permette, oltre alla creazione delle Mind Maps per uso personale e non, anche l’embed su altri siti tramite una breve stringa di codice, come su YouTube. Nelle Mind Map di Mindomo è inoltre possibile aggiungere elementi multimediali come video, immagini ed audio.
Link a Mindomo

FreeMind – Multipiattaforma
Programma disponibile per tutti i sistemi operativi che permette la creazione di Mind Maps abbastanza complete. Permette di esportare le Mind Maps in HTML, inserire codice HTML e immagini.
Link a FreeMind

MindNode – Mac OS
Il programma di Mind Mapping che uso personalmente; molto semplice e dalla grafica gradevole ha funzioni molto limitate rispetto ai precedenti ma permette una gestione semplice e veloce delle Mind Maps. E’ disponibile sono per Mac OS e sul sito è stata annunciata la pubblicazione a breve di una versione per iPhone e iPod Touch.
Link a MindNode

DropMind – Online e Multipiattaforma
Interessantissimo tool disponibile in due versioni, web e desktop e multipiattaforma in quest’ultima versione. Software con molte feature e dalla grafica accattivante. Segnalato da mister.jinx.
Link a DropMind

About The Author

Ideatore e Web Master di SeoPoint.org, si occupa di SEO dal 2007. E’ stato relatore a diversi eventi organizzati da GT Idea Srl. E’ moderatore nel Forum GT, la community di riferimento per i SEO in Italia. Studia Ingegneria Industriale presso l'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo. Sognatore, appassionato di corsa e outdoor e scout da sempre.

6 Responses

  1. Omar Tringali

    Ciao Paolo, grazie mille, conoscevo freemind, gli altri non credo, comunque molti stanno puntanto al supporto delle mind maps per integrare la stesura degli articoli o post, evidentemente aiutano tanto e bisnogna non sottovalutare. Ciao!!

    Rispondi
  2. Francesco

    Ciao Paolo, anche io sto battendo questa strada e consiglio xmind (su xmind.net), mi ha suggerito questo soft. Altavilla, gira su Mac, Linux e Win.

    Ciao

    Rispondi
  3. skydiamond

    Io uso MindMeister. Ho trovato il tuo articolo davvero utile e spero di poter discutere di questo e altri argomenti sul mio forum.

    Ti ho anche aggiunto su Twitter, avendoti scovato tramite i contatti di Simone D'Amico.

    P.S. Aggiungo ai miei delicious Mindomo e Dropmind. Utili davvero. ^-^

    Rispondi

Leave a Reply to Francesco Cancel Reply

Your email address will not be published.