Da 4 anni gestisco un portale dedicato al turismo invernale e circa 2 anni fa ho deciso di affiancare al portale un blog news che mi permettesse di pubblicare le notizie del settore.

In poco tempo il blog è diventato il punto di riferimento del sito web ed ha in qualche modo colmato il gap informativo che c’era all’inizio.

Tuttavia posizionare un blog che parla di questo settore è molto difficile se non ha a disposizione una gran quantità di notizie fresche da pubblicare ogni giorno. Così dopo un po’ di rodaggio ho iniziato a notare che mancava qualcosa.
Ogni giorno effettuavo delle ricerche su google per scoprire le novità del settore e per informarmi su altri argomenti che mi interessano. Ad ogni ricerca mi compariva sempre il riquadro con le notizie di google news, così un giorno decisi che il mio obiettivo sarebbe stato quello di riuscire a far comparire anche le notizie del mio blog su quel riquadro.

La mia odissea è durata ben 2 anni. Le informazioni che ci sono in rete sono frammentarie e vaghe, si parla di google news solo sotto il profilo utente e non ci sono molte info lato admin. Così dopo una ricerca mirata sono riuscito a trovare le risorse giuste per poter segnalare il mio blog a Google.

Dopo la prima segnalazione passarono diversi mesi senza ricevere risposta così, come suggerito anche da alcuni utenti dei forum di settore, ho risegnalato il mio sito web.
Tuttavia dopo altri 4-5 mesi la mia segnalazione sembrava essere svanita nel nulla.

Ho così deciso di rivedere le regole di google ed ho notato che il mio blog mancava di 2 aspetti importati:
> pubblicazione costante
> una pagina che parlava dello staff

Essendo un settore stagionale la pubblicazione degli articoli risultava molto frammentaria, così c’erano giorni in cui si pubblicavano 5 articoli ed altri in cui non si pubblicava nulla.
Così con il mio staff mi sono organizzato ed abbiamo iniziato ad intensificare la pubblicazione ed abbiamo steso un piano in modo tale da distribuire “le notizie di approfondimento” nei giorni in cui non si pubblicavano flash news.

Il secondo punto mi è stato segnalato anche dallo stesso staff di Google. Giustamente prima di inserire il sito in Google News vogliono sapere chi lo gestisce e così abbiamo creato una pagina con nomi e cognomi degli appartenenti allo staff, con recapiti di posta ed ahimè anche di telefono.

Risolti questi 2 punti il mio sito è finalmente entrato a far parte di Google News.

Sbaglia ed impara

Le prime settimane le cose sono andate molto bene, tuttavia non riuscivo a capire perchè le mie notizie non apparivano con le immagini contenute nel post.
Così dopo una ricerca ho trovato che google news preleva le immagini solo se queste non sono thumbs e superano una certa soglia di pixel.
Così ho provveduto ad inserire, oltre alla thumb, anche una immagine per ogni articolo e finalmente i ns. articoli finiscono in serp con title ed image.
Per ogni articolo ora inserisco una immagine non inferiore ai 500px di larghezza, come potete vedere in questo articolo.

Il Bilancio

Possiamo dire che G. News è stato operativo a partire da gennaio 2011 e quindi i mesi più interessanti della stagione me li sono persi per strada, ma la cosa più interessante è che con G. News attivo, gennaio ha sfiorato le visite di novembre (il mese che porta più visite) ed ha superato dicembre.

Questo significa che Google News ha contribuito in modo sostanziale all’aumento di visibilità del mio blog con conseguente incremento dei link in entrata (da siti che citano i ns. articoli) e condivisioni dei contenuti sui social network.

Suggerimento finale

Non sottovalutate G. News ma non sottovalutate nemmeno lo staff di Google. Non provate ad aggirare le regole, il loro servizio porta molte visite ma non sono disposti a cederlo a siti web che pubblicano articoli spazzatura. La qualità in primis SEMPRE!

Leave a Reply

Your email address will not be published.