La pubblicazione degli articoli nell’article marketing è gratuita ma non incondizionata, articoli che consistono di poche righe o puramente promozionali saranno rifiutati. Per capire se il tuo articolo è adatto a essere qui pubblicato puoi riflettere su quanto hai scritto e chiederti se una rivista specializzata nel tuo settore o un giornale lo pubblicherebbero, se di questo sei convinto allora sono sicuro che verrà accettato.

Il contenuto è molto importante ed è quello che per gran parte determina il posizionamento nei motori di ricerca, ma vediamo ora alcuni punti molto importanti di cui tenere conto se si vuole primeggiare nei risultati di ricerca con l’articolo che abbiamo scritto con la premessa che un articolo che non genera traffico è inutile e la sua stesura è stata una perdita di tempo.

Article Marketing Seo

Se cerchiamo Google per una parola chiave o una frase nei risultati la vedremo evidenziati nel titolo, nel testo e nel suo url. Come dovrebbe essere scritto il titolo? Dovrebbe essere scritto in modo da attrarre l’attenzione non solo degli esseri umani ma anche dei motori di ricerca, se scriviamo ad esempio un articolo sull’arredamento allora includeremo nel principio del titolo parole come arredamento, mobili o altre ma con una particolare attenzione a quanto queste parole sono competitive.

Se il titolo dell’articolo sarà “arredamento e consigli pratici” allora sarà difficile che venga letto perchè se si cerca Google per “arredamento+consigli” molti risultati vengono fuori mentre se il nostro titolo sarà “arredamento classico e consigli pratici” una ricerca per “arredamento+classico+consigli” genererà meno risultati e quindi sarà più facile posizionarsi in prima pagina. La competitività di una parola chiave o frase ha una sua valutazione numerica che si può rilevare tramite strumenti gratuiti che si possono trovare cercando Google per “keyword difficulty“: se utilizziamo quello offerto da seologs.com, che ritengo il migliore, allora metteremo nel campo di ricerca la nostra keyword, combinazione di keywords o frase ( in questo caso la racchiuderemo tra virgolette ) e così un risultato numerico verrà rilasciato che più alto sarà più difficile sarà posizionarsi per quel termine, più basso sarà e più facile sarà posizionarsi ma al tempo stesso minori saranno le probabilità di essere trovati e quindi bisogna seguire una via di mezzo che per un articolo si attesta su una keyword difficulty del 15%.

Nulla vieta di pubblicare il nostro articolo su più article directory che si possono trovare cercando Google.it per “article marketing”, in questo caso vorremmo riscrivere il titolo del nostro articolo per ogni directory usando sinonimi o aggiungendo altre parole chiave relazionate all’argomento di cui abbiamo scritto e questo porterà molto traffico in quanto lo stesso articolo sarà trovato per molte più parole chiave o combinazioni delle stesse. La lunghezza dell’articolo gioca un ruolo importante in quanto un contenuto breve non verrà valutato bene nemmeno dai motori di ricerca e allo stesso tempo non dovrebbe essere eccessivamente lungo diciamo che 3000 caratteri possono bastare.

Il separare l’articolo in sezioni, l’uso degli stili di carattere per evidenziare le parole importanti hanno un loro peso nel posizionamento. Come le immagini in una pagina stampata attirano l’attenzione, così hanno la loro importanza anche nelle pagine web e PubblicitAdvertising ti permette di includere immagini nei tuoi articoli corredate di descrizione in cui potrai inserire altre parole chiave e così moltiplicare le possibilità che il tuo articolo venga trovato nel web.

Non mi resta quindi che augurarvi Buon lavoro e Buon posizionamento…

Flaminio Ranzato PubblicitAdvertising

3 Responses

  1. omarstyle

    Ciao Flaminio, grazie per i preziosi consigli, ma volevo farti una domanda: postando nei siti di article marketing, nella sezione tags e keywords si da la possibilità di inserire più parole chiavi affinche il post venga trovato con più facilità. Allora a cosa serve modificare per ogni sito di Article M. il titolo? In automatico veniamo trovati maggiormente se inseriamo più keywords, oppure, in ogni caso, bisogna variare lo stesso il titolo dell'articolo? Grazie e ciao.

    Rispondi
  2. Flaminio

    Il tag keywords, quello che viene costruito inserendo le varie keyword secondo le possibilità offerte da molti software di article directory come wordpress, viene oramai ignorato perchè obsoleto. A dire il vero sarebbe meglio riscrivere ogni volta l'articolo ma è impresa pazzesca, quindi trovo buono riscrivere il titolo dell'articolo ogni volta che lo si invia…

    Rispondi
  3. Flaminio

    mi correggo wodpress non è software per article directory ma per blog multiutenza ma può essere usato anche per gestire un article directory

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.