Chiunque si trova ad operare nel campo del SEO è consapevole che una delle principali domande che vengono poste da persone esterne sulla link building è quella sul tempo che impiegherà la stessa a dare i suoi frutti. Alla domanda è difficile rispondere in maniera univoca, proprio perché i fattori che entrano in gioco a influenzare la questione sono veramente tanti. La verità, tanto dura da accettare, è che questa strategia non apporta delle migliorie immediate nel posizionamento nei motori di ricerca, perché le pagine che vengono modificate giornalmente sono molteplici, quindi i risultati saranno visibili solo dopo un lasso di tempo anche abbastanza lungo.

Degli esperti hanno lanciato un esperimento per cercare di capire non solo il tempo di miglioramento del ranking dopo aver usato la tecnica di link building, ma anche col fine di capire quali sono i fattori che influiscono questo risultato. A questo fine hanno dovuto svolgere notevoli esperimenti. Il primo riguardava uno scambio di link tra siti simili per contenuto e scarsamente aggiornati. Il risultato è stato un avanzamento in media di una sola posizione in una decina di settimane. Tuttavia con altri tipi di link il risultato è stato più veloce. Infatti il collegamento a siti popolari ha comportato un miglioramento di cinque posizioni in media nell’arco di tempo da 5 a 10 settimane. Sembra che in una visione a lungo raggio, il singolo link ha uno scarso effetto nel breve termine, ma la sua efficacia aumenta nel tempo, specie se a questo è si aggiungono contemporaneamente altri link, allora la popolarità nei motori di ricerca sarà ottenuta sicuramente con maggiore velocità

Questo tipo di esperimento ha permesso di stabilire degli assiomi che aiutano a sfruttare nel migliore dei modi possibili la link building. Il primo ci dice se il ranking del sito è basso allora la strategia della link building darà effetti notevoli. Infatti per tutti quei siti che già si trovano in prima pagina o in prossimità di questa hanno impiegato lungo tempo per aumentare solamente di un livello. Invece per i siti che si stabilivano dopo la seconda pagina hanno ottenuto ottimi risultati già all’ottava settimana. A questo punto sembrerebbe un lavoro da ragazzi, basterebbe collegarsi con tanti siti amici e la strategia è bella e fatta. Purtroppo non è così facile, proprio perchè il motore di ricerca, che sia google, bing o yahoo, ci mette un po’ di tempo per indicizzare tutte le varie modifiche ai siti presenti nel web. Ecco, a questo punto, dei passi che vanno assolutamente percorsi per rendere la propria strategia di online marketing più efficace possibile nel tempo

Individuare le risorse necessarie

La prima cosa da compiere è individuare chi sarà il soggetto che si occuperà di quest’ostica strategia. A questo punto si aprono tre strade da poter percorrere: affidare questa strategia in outsourcing, quindi ad un’agenzia specializzata, assumere una risorsa specializzata oppure darla in gestione ad una risorsa interna e che naturalmente deve imparare i segreti del mestiere

Ognuna di queste comporta un dispendio economico, di tempo e di energie molto diverso.

Affidarsi ad un’agenzia esterna

Questa risulta la strada più facilmente percorribile. Si avrà fin da subito a disposizione un team di esperti, in grado di consigliare sicuramente le migliori strategie in base agli obiettivi che ci si pone. Solitamente per scegliere questa strada ci vuole dal mese ai tre mesi, questo perchè essendo un ente esterno bisognerà adeguarsi a livello contrattuale e burocratico, dopo questo step prima che la vera e propria link building entri in esecuzione passeranno all’incirca un paio di settimane

Assumere una risorsa esperta

Nel caso non si volesse affidarsi ad un’azienda esterna e specializzata una buona alternativa è quella di assumere una persona esperta in questo settore. Questo deve aver maturato esperienza nel settore, per esempio potrebbe essere un blogger che si è “fatto da solo” grazie alla link building. In questo caso  la fase di recruiting non è molto veloce, in media ci vuole un mese per trovare il candidato ideale e poterlo inserire nell’organico aziendale. Ma entrerà in piena attività insiema alla link building solo nel giro di qualche settimana

Affidarla ad una risorsa interna

Questa è l’alternativa più semplice e allo stesso tempo più economica, ovvero individuare all’interno dell’azienda una risorsa che si potrà occupare di link building, un’idea buona è quella di affidarla all’ufficio comunicazione. Proprio perché questo avrà dei legami con altre aziende ed altri siti. E’ però difficile che un’azienda si affidi semplicemente a questa strategia, infatti il più delle volte viene affiancata da altre cosicché i risultati siano maggiori

Impostazione della strategia

Dopo aver individuato le risorse che si occuperanno di link building è di notevole importanza definire la nostra strategia. La prima cosa da capire è il perchè un sito dovrebbe accettare un nostro link. Quindi bisogna costruire un messaggio da inviare ai siti, messaggio che dovrà essere efficace, utilizzando delle leve vincenti per fidelizzare l’azienda. In base ai diversi messaggi e ai vari step degli stessi cambiano i tempi di attuazione, i quali possono allungarsi o accorciarsi, ad esempio alcuni messaggi che la maggior parte delle aziende scelgono:

  • proporre l’azienda come una risorsa indispensabile: un modo per ottenere un link è sponsorizzare il sito su portali che operano nello medesimo settore di vostra competenza;
  • proporre la vostra esperienza come una risorsa: se la vostra impresa offre dei servizi utili si può proporre ad altri siti il vostro link condividendo delle informazioni interessanti per i lettori;
  • proporre la vostra azienda come infografica: utilizzare delle immagini che si collegano al vostro sito è un ottimo modo per cercare di convincere altri siti a pubblicare il link. Questo perché, quando le immagini che si realizzano sono belle ed efficaci, tutti saran disposti a pubblicarle. Naturalmente, per questa strategia è indispensabile coinvolgere dei web designer;
  • creare dei contenuti approfonditi: nel caso si pubblichino contenuti ricchi ed approfonditi gli altri siti saranno interessati a linkare il contenuto stesso e naturalmente il sito. I contenuti ben fatti sono una delle migliori leve che attirano lettori e quindi gli altri siti saranno disposti a sponsorizzarli

La fase esecutiva

Dopo aver individuato la strategia più idonea alla nostra impresa per ottenere dei link, è arrivata l’ora di attuare la fase più importante, quella esecutiva. Sarà un periodo frenetico, nel quale l’addetto dovrà convivere con un elevatissimo numero di emails e chiamate in modo da convincere più imprese possibili a condividere i propri link. E’ facile che sia un periodo molto stressante, va detto. Questo perché come detto difficilmente in breve tempo si avranno risultati incoraggianti. Da ricordare è che le aziende non ricevono alcun compenso per sponsorizzare il vostro link, perciò non bisogna essere troppo pressanti e soprattutto non aspettarsi chissà quali risultati fin da subito perché la questione dei link non è assolutamente una delle priorità delle aziende che andrete a contattare.

Se siete quindi intenzionati ad attuare una strategia di link building, volendo riassumere il tutto questi sono i passi che bisogna compiere

  • Scegliere un’agenzia che si occupi di link building oppure assumere un esperto o ancora affidarsi al proprio ufficio di comunicazione. Questa decisione varia in funzione del tempo dell budget che si dispone.
  • decidere la strategia da adottare, che sia conforme al tipo di azienda e all’obiettivo prefissato. In particolare bisogna individuare i potenziali contatti a cui scrivere per sponsorizzazione il link e stabilendo quale messaggio poter utilizzare per convincerli;
  • nella fase esecutiva è necessario concentrarsi su un lavoro di pubbliche relazioni, elaborando efficaci messaggi customizzati per le aziende che si vuole contattare, in modo da raggiungere il massimo risultato con un piccolo sforzo;
  • Avere pazienza, senza farsi prendere dal panico. Bisogna ricordare che i primi e piccoli risultati di un’operazione simile sono attesi almeno dopo una decina di settimane.

Queste complesse operazioni richiederanno un numero da sei a dodici mesi, sembrerebbe un lasso di tempo lungo, ma  tutto sommato è ragionevole quando si considerano i risultati che si avranno in cambio. Questo perché la SEO e quindi la link building, deve essere considerata come un investimento. Richiederà certamente risorse ed energie notevoli ma quello che si può ottenere in cambio in termini di reputazione e visibilità è veramente notevole

About The Author

Ideatore e Web Master di SeoPoint.org, si occupa di SEO dal 2007. E’ stato relatore a diversi eventi organizzati da GT Idea Srl. E’ moderatore nel Forum GT, la community di riferimento per i SEO in Italia. Studia Ingegneria Industriale presso l'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo. Sognatore, appassionato di corsa e outdoor e scout da sempre.

Leave a Reply

Your email address will not be published.