Scritto da Paolo Dello Vicario il 20 maggio 2009

URL Rewrite e Redirect 301 sono argomenti molto trattati all’interno delle comunità SEO in tutto il mondo e la maggior parte di voi sicuramente saprà, almeno a grandi linee, o per intuito, cosa sono: il primo termine si riferisce alla riscrittura degli URLs dinamici per “apparire meglio” ai motori di ricerca, il secondo invece non è altro che un redirect che segnala ai motori di ricerca che una determinata pagina è stata spostata permanentemente ad un altro indirizzo.

Spesso URL Rewrite e Redirect 301 interagiscono molto ravvicinatamente fra loro: dopo aver riscritto gli URLs di un sito già indicizzato dai motori di ricerca si deve infatti segnalare questo cambiamento tramite il Redirect 301, che in pratica fa sapere allo spider che la stessa pagina, con gli stessi contenuti, è ora raggiungibile ad un altro URL.

Questa è un’infarinatura di base che chi lavora in ambito SEO dovrebbe conoscere quasi sicuramente, più difficile è invece trovare chi sappia veramente come funzionino e come lavorino URL Rewrite e Redirect 301. In questo articolo il concetto verrà spiegato molto semplicemente tramite degli infographics, grafici digitali di cui vi ho parlato alcuni giorni fa.

URL Rewrite

Riscrivere un URL significa cambiare il modo in cui l’URL viene visualizzato nel browser. Quando un utente apre una pagina con un URL riscritto, il codice della pagina non cambia. Infatti, il server legge ancora l’URL originale.

Funzionamento dell’URL Rewrite

  1. L’utente arriva sul nuovo URL riscritto.
  2. Usando la mod_rewrite, ISAPI_Rewrite, etc. il nuovo URL punta al vecchio URL sul server.
  3. Il server richiama il codice sul vecchio URL.
  4. La pagina è mostrata nel browser, mostrando il nuovo URL.
Url Rewrite

Dalla prospettiva del server non è cambiato assolutamente nulla, il codice è sempre lo stesso. Ad esempio, se uno sviluppatore ha costruito un sito usando URLs variabili, non c’è bisogno di modificare alcun codice. Ovviamente ci sono sempre dei casi in cui questo non valga, ma in genere non dovrebbe essere necessario modificare il codice della pagina.

Redirect 301

Una volta che l’URL è stato riscritto va applicato il redirect 301, che indica al motore di ricerca la nuova “posizione” della pagina web cercata, permettendo al Web Master o Blogger di non perdere il posizionamento che le pagine avevano acquisito prima della modifica.

Funzionamento del Redirect 301

  1. Lo spider o l’utente arrivano sul vecchio URL
  2. Usando il codice, la mod_rewrite, etc. il Redirect 301 e un Redirect per l’utente reindirizzno al nuovo URL lo spider del motore di ricerca e l’utente.
  3. Ricomincia il processo dell’URL Rewrite.
Redirect 301

Per maggiori informazioni sull’applicazione di URL Rewrite e Redirect 301 potete guardare le seguenti risorse in Italiano:

Potresti Trovare Interessanti Anche:

- Pagina su SeoPoint
Ideatore e Web Master di SeoPoint.org, si occupa di SEO dal 2007. E’ moderatore nel Forum GT, la community di riferimento per i SEO in Italia. E’ stato relatore al Symposium GT 2009 e 2010 su Google, ha partecipato alla Tavola Rotonda del Convegno GT 2009 ed è stato relatore al Convegno GT 2010. Scrive per “IlGiornale.it”.

6 Responses to “Url Rewrite e Redirect 301 – Spiegazione Tramite Infographics”

  1. Omar

    Ciao, sui blog come wordpress o blogger sono necessari applicare queste Redirect o viene fatto in automatico una volta cambiato l'URL? E se deve essere fatta come si fa? Ci sono risorse-guida che spiegano come fare? Grazie per il post.

    Rispondi
  2. Omar

    Si, riguardo a .htaccess ne faceva riferimento anche Giorgio nel Wikigt, per il plug-in devo aspettare, perchè è per wordpress e ancora non ho installato il dominio, ho diversi blog su blogger. Comunque grazie. Ciao.

    Rispondi
  3. Andrea Giavara

    Ah grazie, finalmente ho capito qualcosa di Rewrite e Redirect!

    La situazione è mooolto più chiara!

    Una domanda: trasferendo un sito posso fare il rewrite?

    SI vero? dal vecchio url imposto il nuovo e con il rewrite vado dal nuovo link alla pagina che è presente "fisicamente" nel server (es. index.php?e=1)

    Sbagliato qualcosa?

    Grazie mille ottimo blog, ciao.

    Andrea

    Rispondi

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>